Biografia
La storia dietro all’ artista

Bio

Attore registà e sceneggiatore

Vincenzo Salemme si diploma a Napoli presso il Liceo Umberto I, per poi proseguire gli studi iscrivendosi alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università Federico II di Napoli.

La compagnia teatrale di Tato Russo lo scrittura nel 1976 e lo fa debuttare come attore nella commedia Ballata e morte di un capitano del popolo, tatto da un romanzo di Luigi Campagnone.

Nel 1977 si trasferisce a Roma ed entra a far parte della compagnia teatrale di Eduardo De Filippo. Con la compagnia di De Filippo partecipa a Quei figuri di tanti anni fa, Il Cilindro e Il Sindaco di Rione Sanità, trasmesse poi su Ra1.

Nel 1990 nasce l’Associazione Culturale E.T. E forma così una propria realtà teatrale. Il debutto avviene a Roma al Teatro dell’Orologio con lo spettacolo Sogni, bisogni, incubi e risvegli.
Nel 1991 è l’anno di A chi figli, a chi figliarstri, spettacolo contenente L’amico de cuore, Telefono Azzurro e Passacantando.

L’anno successivo è la volta di Lo stano caso di Felice C. Da cui trae Cose da pazzi. La commedia, in realtà, è stata scritta nel 1989, anno della caduta del muro di Berlino e cerca di racchiudere quel disagio psichico causato dal crollo delle certezze di tutti i comunisti dell’epoca. Nel 1993 prende vita la commedia La gente vuol ridere, alla quale partecipa Stefano Sarcinelli e Francesco Paolantoni. Oltre ad essere un omaggio alla vita teatrale, riprende un tema tipico de Maestro De Filippo, il confine tra sogno e realtà. La commedia ha così tanto successo che nel 2006 ha un sequel, La gente vuol ridere… ancora. Sempre nel ’93 Passerotti o pipistrelli, dove Salemme affronta ed uso l’handicap per approfondire i disagi umani.

Nel 1994 debutta al Festival di Banevento recitando nella commedia Galantuomo e cafone di Biagio Belfiore diretta da Giancarlo Sammartano.

Tappe

Nella vita di ogni artista ci sono momenti chiave che ne segnano il percorso professionale

  • Connector.Connector.

    1976

    Nel 1976 venne scritturato dalla Compagnia Teatrale di Tato Russo e debuttò come attore nella commedia Ballata e morte di un capitano del popolo, tratta da un romanzo di Luigi Compagnone.

  • Connector.Connector.

    1990

    forma l’Associazione Culturale E.T. per tentare di mettersi in proprio, formando una propria realtà teatrale. Il debutto avviene al Teatro dell’Orologio di Roma con lo spettacolo Sogni, Bisogni, Incubi e Risvegli, piece formata da due atti unici Buonanotte e Il Signor Colpodigenio

  • Connector.Connector.

    1998

    esce il primo film da lui diretto, L’amico del cuore. La pellicola, uscita nelle sale cinematografiche nel dicembre 1998, ottiene molto successo, incassando dieci miliardi di lire

Napoli è Grecia è Spagna è Francia, è una cacofonia amroniosa di suoni e voci di paura. E’ nobiltà barbona, ricchezza polverosa, astuzia senza luce. Non la capisco napoli, la perdo tutti i giorni e la ritorvo in sogno che vive calma, immersa nel suo mare che frena i colpi di chi le spara al cuore.
  • Connector.Connector.

    2006

    È stato protagonista di due show televisivi, Famiglia Salemme Show (2006) e Da Nord a Sud… e ho detto tutto! (2009), entrambi andati in onda su Raiuno.

  • Connector.Connector.

    2014

    ritorna alla regia con …e fuori nevica! e nello stesso anno prende parte al film di Natale Ma tu di che segno 6? con Massimo Boldi e Gigi Proietti per la regia di Neri Parenti.

  • Connector.Connector.

    2018

    Uscirà il suo ultimo film da regista “Una festa esagerata”.

L’anno dopo è l’anno del successo con …e fuori nevica, nata da un’idea di Enzo Iachetti. Nel 1996 scrive Io&Lui per Giacobbe Covatta e Francesco Paolantoni. È dello stesso anno Fiori di ictus per Cetty Sommella con la regia di Maurizio Casagrande. L’opera nel 2006, insieme a Passacantando diviene un unico spettacolo; È Femmena, titolo di un brano scritto da Salemme, diventa colonna sonora del film Ho visto le stelle. Sempre nello stesso anno scrive con Marisa Laurito Pazzia d’amore.
Nel 1997 mette in scena un altro successo: Premiata pasticceria Bellavista.
Nel ’99 nasce Di mamma ce n’è una sola e nel 2001 Faccio a pezzi il teatro, mettendo in scesa diversi spezzoni delle sue opere.

Oltre ad essere un attore teatrale, Vincenzo Salemme, ha recitato anche in diversi film. Esordisce infatti come attore negli anni ottanta sotto la regia di Nanni Moretti che gli affida ruoli nei film Sogni d’oro, Bianca e La messa è finita. Nel 1989 partecipa al film C’è posto per tutti, per la regia diGiancarlo Planta. Altri film in cui ha recitato sono Isotta di Maurizio Fiume, Il tuffo di Massimo Martella, Baciami piccina di Roberto Cimpanelli, Olé di Carlo Vanzina, Ex di Fausto Brizzi, il kolossal Baarìa di Giuseppe Tornatore, La vita è una cosa meravigliosa di Carlo Vanzina ed A Natale mi sposo di Paolo Costella.
Nel 1998 esce il primo film da lui diretto, L’amico del cuore. Altri film diretti da lui sono Amore a prima vista (1999), A ruota libera (2000), Volesse il cielo! (2002), Ho visto le stelle! (2003), Cose da pazzi (2005), SMS – Sotto mentite spoglie(2007) e No Problem (2008).

È stato anche protagonista di due show televisivi, Famiglia Salemme Show (2006) e Da Nord a Sud… e ho detto tutto! (2009). È membro Onorario del Comitato Scientifico d’Onore della Fondazione Rachelina Ambrosini.

Nel 2014 ritorna alla regia con …e fuori nevica!e nello stesso anno prende parte al film di Natale Ma tu di che segno 6? con Massimo Boldi e Gigi Proietti per la regia di Neri Parenti. Il suo ultimo film da regista uscirà nel 2018 “Una festa esagerata”.